Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I confini dell'amicizia

Fra 79 giorni avrò 30 anni. Un dato irrilevante, visto che non sarò diverso nel carattere nè nell'aspetto, a meno che una bomba non mi esploda in faccia, menomandomi e sfigurandomi forever. Dato irrilevante, dicevo. O forse no?
Dipende dall'argomento trattato da questo post. E se il post parla di amicizia allora no, il dato non è irrilevante. E vi spiego pure il perchè.
Ma prima una leggera introduzione.


Fino all'età di 12-13 anni non ho mai avuto molti amici. C'erano quei 2 con cui son cresciuto e con cui, se non guasterò tutto (perchè sicuramente da loro non verrà), sarò ancora amico tra altri 30 anni e forse più, dipende quanto vivrò. Gli altri "amici" (compagni di scuola, vicini di casa, parenti) non erano dei veri e propri amici, e con loro non c'era un gran rapporto. Insomma, ci frequentavamo solo perchè avevamo interessi in comune, il che è normale per dei ragazzini. Comunque, con l'andare del tempo ho conosciuto sempre più persone, alcune delle quali son rimaste nella mia vita più di altre. Tra queste ci sono state (e ci sono tutt'ora) delle buone e sincere amicizie: alla faccia di chi mi disse una volta che sul lavoro non si diventa mai amici, durante gli ultimi 6 anni ho conosciuto persone fantastiche che frequento tutt'ora, ed altre che non frequento spesso ma ogni volta che le vedo è una festa.
Oggi, che praticamente ho 30 anni (e siamo arrivati al punto della situazione), mi ritrovo con un senso dell'amicizia rigoroso: credo nell'amicizia vera tra uomo e donna, mi fido degli amici e li rispetto totalmente. Insomma, l'amicizia è un mio principio assoluto e ne vado fiero. Proprio per questo a volte mi trovo a dover valutare un amico, cercare di capire se è il caso di mantenere questo rapporto, tralasciarlo un pò per dedicarmi ad altri, o reciderlo del tutto. Detto questo, posso dividere i miei amici in 3 grandi gruppi:

- i Veri Amici: quelli che ci sono sempre. Anche se non li frequento più spesso di altri, sono le persone che, se hai un problema, non aspettano sia tu a chiedere, sono loro a dare. Ed anche sapendo che vanno incontro ad un tuo rifiuto, danno lo stesso. E di rimando, sono gli amici a cui sei più disposto a dare un aiuto, incondizionatamente. Sono gli amici per cui metti da parte l'orgoglio perchè non vuoi correre rischio di perdere la loro amicizia, perchè amici così non ne trovi molti in giro. Sono quelli con cui puoi fare un discorso serio senza per forza scadere nelle battute o nel dibattito politico. Sono quelli di cui ho più stima.  Sono miei fratelli e sorelle, e guai chi me li tocca;

- gli Amici di Compagnia: le persone con cui fai più cazzate, con cui passi spesso momenti divertenti, e che se ti chiamano per un'uscita non ci pensi troppo e li raggiungi. Sono le persone con cui è impossibile fare un discorso serio, perchè la si finisce a ridere o ad urlarsi addosso, quelli di una sera all'anno, ma che sera! Sono gli amici che ricordi a Natale, anche se non gli fai alcun regalo. Sono gli amici che se li perdi di vista magari non li cerchi, inventando scuse del tipo "avrà di meglio da fare, magari lavoro, famiglia...", ma poi quando li rincontri è un piacere. Nel bene o nel male, sono gli amici "sacrificabili", son quelli che deludono di meno, che se ci sono va bene, se non ci sono si vive comunque; 

- Gli Amici di Convenienza: Se da parte tua c'è amicizia, da parte loro c'è una parte di interesse che difficilmente rimane nascosta a lungo, purtroppo (o per fortuna). Sono gli amici che di solito vengono a casa tua a giocare con l'xBox, che ti chiedono di stampargli un documento, di fargli fare una telefonata. Sono gli amici con le braccine corte, quelli che i loro soldi li spendono come vogliono, e poi vengono a piangere miseria da te, quelli che se ti chiedono di uscire e tu ci stai loro ti chiedono i soldi della benzina, che quando sei tu ad offrire non badano a spese, ma se pagano loro poi ti chiedono anche i centesimi. Sono quelli che ti fanno i conti in tasca e guai a te se fai lo stesso, son quelli che se hanno finito i soldi comunque si esce lo stesso, ma con i soldi altrui. Sono le amicizie che eviti più spesso, perchè tanto sai come finisce. Son quelli che se li inviti a casa, appena entrano te ne stai pentendo. Son quelli con cui non faresti mai un discorso serio, che vogliono sempre aver ragione, che anche in casa d'altri fanno i padroni. Son quelli che fanno e sanno tutto loro, e gli altri non valgono un cazzo.

Ora, questa è la mia visione d'insieme, ho tralasciato parecchi approfondimenti perchè andavano sullo specifico di alcuni casi e non mi andava di parlarne ora. Ovviamente ognuno ha la propria idea di amicizia, e sarei curioso di sentirla. Comunque da tutte queste cose, e dalle mie esperienze personali, ho tratto alcune conclusioni:
- L'amicizia è fatta di rispetto, fiducia, supporto;
- I soldi e gli amici non vanno (quasi) mai d'accordo;
- Nei limiti del possibile, in una vera amicizia l'interesse personale è messo in secondo piano;
- Se ci tieni ad una amicizia cercherai sempre il dialogo;
- Tra due amici che litigano non si deve mai prendere la parte di uno dei due;
- Un amico non si giudica.

Detto questo, rinnovo l'invito a parlarmi della vostra visione di amicizia.
Son curioso di confrontare le mie idee con le vostre.

26 commenti:

benzinagricola ha detto...

Secondo me esistono 3 tipi di amicizie:
- quelle che te la danno ogni tanto
- quelli che ti pagano da bere ogni tanto
- quelli virtuali di msn, skype, facebook, ecc.

Gli altri sono una massa di stronzi ebbasta.

benzinagricola ha detto...

piesse: porca trowia, hai 4675 come gamer tag del live? mi fai paura.

D. ha detto...

la vera amicizia è una cosa rara, i veri amici si ricordano sempre di te...[30 anni ? così vecchiotto ? :-) ]

Driller ha detto...

@Benza:
Ho la console da appena due mesi, di più non potevo fare :( Piuttosto, quando posso fraggarti online? :D
Sai, le tue tipologie di amicizia mi intrigano... però ci sono alcuni amici "virtuali" che mi risultano più amici di altri presenti nella vita di tutti i giorni.
Per il resto le altre due tipologie praticamente non le conosco (quasi mai nessuno mi paga da bere, e nessuna mel'ha data così tanto abitualmente da poter dire che me la da ogni tanto :P).
Devo comunque obbiettare sull'ultima tua frase. Gli altri non sono una massa di stronzi, gli altri sono persone che hanno di meglio da fare che passare del tempo dietro a noi. Sad but True.

@Diz:
Concordo, ma fortunatamente per contare i miei veri amici mi servono tutte e due le mani... od una mano con 6 dita XD
Classe '81, baby ;) Ma no, vecchiotto no... però sicuramente non mi si potrà più definire un ragazzo... ma un giovane uomo si :D

benzinagricola ha detto...

Fatevi da parte, il futuro è di noi cciòvani. Noi dell'83. -.-'

Comunque hai ragione. Online spesso si fanno incontri interessanti. Sarà anche perchè nella vita reale non esiste il pulsante "blocca", "accedi invisibile" o "elimina".

piesse: io in 3 anni sto a 2835.. sarà che gioco sempre alle solite tre stronzate! Apprezzo la tua fiducia nei miei confronti, ma il cavo sta ancora là, sulla scrivania, non nel plug.

Driller ha detto...

'81, '83... siamo li :D
Come dice Lario 3, per noi dei mitici anni '80 non arriverà mai il momento in cui rimpiangeremo la nostra infanzia... anche se sono stato molto felice da bambino :D
Ma scusa, non sei stato tu a chiedermi tempo fa di giocare qualcosa in live? :D
(Io ho completato al 100% DarkSiders, Assassin's Creed 2 e un giochino Arcade, che son 2500 punti gia da soli :P).

D. ha detto...

anch'io ho tanta classe

Driller ha detto...

Diz, "ho tanta classe" devo leggerlo come "ottanta classe"? XD
A parte gli scherzi, si vede che sei una donna di gran classe ;)

Anonimo ha detto...

Beh le amicizie virtuali sono comode,le tiri fuori quando servono, e quando non servono più è solo colpa di problemi di connessione, che si può volere di meglio?!?

La verità è che nell'amicizia ci credo poco, non per esperienze brutte o che, semplicemente perchè personalmente ho sempre trovato nel 2 il numero perfetto, e ora che l'altro posto è occupato da una donna i sedili son tutti occupati o si liberano giusto ogni tanto.




Morg

Driller ha detto...

Morg, la tua frase è toccante.
Personalmente credo che anche quando avrò una donna, non trascurerò troppo i miei amici... l'ho gia fatto una volta questo errore, e me ne sono pentito :P
Poi ovvio che le priorità verranno ridefinite...

D. ha detto...

Dici ? Magari il virtuale inganna ! A volte ci facciamo un idea sbagliata della gente...

Driller ha detto...

A volte capita... soprattutto se quello che mostriamo pubblicamente è una facciata di comodo, od un personaggio, nel caso dei blog... ma per quanto mi riguarda son così. Al massimo dal vivo son più timido, ma capita solo all'inizio :P

benzinagricola ha detto...

Eh cacchio, hai ragione. Ma il mio inconscio mi impedisce di attaccare sto cavo maledetto e farlo correre per il salotto..

D non ha classe. D è 'na donna de classe.

Opticalillusion ha detto...

Io sono ancora incastrata nella fase precedente ai dodici anni, con qualche sprazzo di amicizie virtuali, ehm.

D. ha detto...

sei un timidone !? e tu come mi "vedi" ?

Driller ha detto...

@Benza:
se a casa hai il wireless puoi sempre comprarti un adattatore per la console, alla modica cifra di min. 40 euro O_o"

@Optical:
Non aver fretta di crescere :D
Ma almeno un amico serio fattelo ;)

@Diz:
Ho passato la fase in cui non riesco neanche a parlare. Ora vinco la timidezza con l'ironia... Ma a volte ancora mi capita, soprattutto con le ragazze, di chiudermi un pò... ma in genere non duro troppo in questo stato :P

Tu mi dai l'impressione di una donna pacata, intelligente ed educata, con cui poter fare delle lunghe e piacevoli chiacchierate. Senza contare che le donne mature hanno un potente ascendente su di me ;)

D. ha detto...

senza parlare della mia erre moscissima... :-)

Driller ha detto...

Wow!!! Altro punto a tuo favore ;)

D. ha detto...

è vero, ogni tanto ne tiro profitto di questo moscismo... :-)

Driller ha detto...

;)

Maroc ha detto...

Grazie, dopo il taglio nella mano adesso ho un'orchite lancinante. Tutta colpa di questo post.

Io da amico (poi sta a te decidere in quale categoria posizionarmi) ti consiglio di stare meno a farti seghe mentali sugli amici e l'amicizia vera. E' sempre un valore d'oro, per carità, ma credo che LA regola sia sempre una, sacra ed inossidabile: chi c'è c'è, chi non c'è non c'è.

E fanculo a tutto il resto, ci si preoccupa molto meno. Dopo anni di inculate a freddo finalmente a 23 anni l'ho capito.

Maroc

Driller ha detto...

Maroc, mi fa piacere risentirti!
La regola base è sempre quella che dici tu, ma a volte se un'amicizia ti interessa ti chiedi dove sia finita, e ti metti sulle sue tracce.
Capita anche che non lo fai, ma dipende dalle persone e dai momenti.
Poi non è questione di seghe mentali, ne parlavo per esporre il mio punto di vista e sentire quello degli altri. Se mi capita di mettere in dubbio un'amicizia ho sempre due reazioni: lascio del tempo per vedere come va, e se non va mi allontano dalla persona. Sicuramente mi capiterà di risentirla, ma non la considererò più un'amicizia, ma una conoscenza.

Straf ha detto...

Per la classe dell'88 c'è ancora spazio? :-D

Anch'io credo nell'amicizia(anche se difficile da trovare) e sul web ho conosciuto molte persone interessanti con le quali parlare (portarle nella realtà sarebbe ancora meglio).
Ho scritto qualcosa riguardo all'Amico giusto poco tempo fa...

Driller ha detto...

Guarda, ho amici e amiche del '91 e anche oltre, quindi non c'è problema. Eppoi per l'amicizia c'è sempre spazio... tranne dove vorresti ci fosse qualcosa di più :P
Portare amicizie dal web alla vita reale? l'ho fatto, più di una volta e sempre con successo. Ho ancora molti amici che conosco solo online, ma prima o poi incontrerò anche loro ;)

Straf ha detto...

ahahah, drì, ma già ce stai a provà? :D

"ho amici e amiche del '91 e anche oltre..."

Ti prego, fermati al '93. Oltre c'è l'arresto.
A meno che tu non ti chiami B.

Driller ha detto...

Ho detto "amici ed amiche" :D
Non collegarlo alla frase sul qualcosa in più :D
Intendevo solo dire che laddove c'è un'amicizia e vorremmo ci fosse un amore, l'amicizia sta un pò strettina :P

Cmq non ci sto provando... vero? ;)

Posta un commento