Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sei proprio tu, John Carter?

Dando la solita lettura veloce dei milioni di link vari su Facebook, ho notato un link scritto da un certo rrobe (non so chi sia, mea culpa), che parlava di John Carter, fenomeno editoriale fantascientifico e musa ispiratrice di quasi tutti i mondi fantastici prodotti dopo la sua pubblicazione.
Amando la serie sono andato a leggere, e mi son ritrovato in una lunga premessa sull'importanza di questa opera letteraria e sulla spiegazione del perchè abbiamo dovuto aspettare fino ad ora per avere un film di questo capolavoro. L'articolo è scritto bene, ed è stato diviso in due parti per facilitarne la lettura. Potete leggere le due parti QUI e QUI.
Questo mio post invece nasce dal breve commento che stavo lasciando a seguito della seconda parte dell'articolo di rrobe. Come ogni cosa che vado a scrivere, anche questo commento è velocemente cresciuto di dimensione, e così mi son trovato con un buon testo da condividere sul blog.
Ecco perchè vi riporto interamente il mio commento:
"Credo di essere uno dei pochi fortunati che ha conosciuto John Carter e Burroughs quando, alla tenera età di 10 anni, iniziai la collezione della collana Il Fantastico Economico Classico (i libri da mille lire dell'epoca, per intenderci). In quel periodo divoravo un libro dietro l'altro, senza pausa, e ricordo di aver pensato che per aver scelto Sotto le Lune di Marte come primo libro della serie, doveva trattarsi di un vero capolavoro.
A distanza di 20 anni la passione per i libri è più viva che mai, seppure tra impegni e passatempi vari il tempo per leggere si è ridotto ad un paio di ore prima di andare a dormire.
Ma nonostante questo, ricordo ancora le 4 letture, a distanza di anni, date alla saga di John Carter: ad ogni rilettura ritrovavo un mondo a me familiare, amici ed alleati di epiche battaglie, amori ed affetti.
Ed ora che possiedo tutta la serie di John Carter di Marte, e sto per vedere il film ho davvero paura che mi deluda. Nutro enormi aspettative da questa pellicola, ci rimarrei davvero male se il mio libro preferito, assieme al personaggio ed al mondo che rappresentano, venissero in qualche modo modificati per adattarsi al pubblico di Hollywood...
So che i film tratti da opere letterarie o videogiochi spesso incappano in questa moda, ma da idealista quale sono spero sempre che il prossimo film di questo genere sia il più fedele possibile all'opera da cui è tratto, perchè in fondo è di quell'opera che siamo profondamente innamorati..."
Ok, la memoria mi ha giocato brutti scherzi, ed effettivamente quando ho iniziato a collezionare Il Fantastico Economico Classico era l'inizio del 1994, perciò avevo quasi 13 anni... ma è arrivando all'ultima parte del commento che mi sono accorto di voler ribadire un mio pensiero: chi ha amato un'opera, letteraria o videoludica che fosse, non può aspettarsi una trasposizione cinematografica "simile" all'opera amata. Il film ispirato deve essere fedele... no, di più: fedelissimo all'opera originale.
Passi eliminare una o due parti non principali per motivi di spazio (come è successo per Tom Bombadil nel colossal de Il Signore degli Anelli), ma credo sia inaccettabile modificare la storia, aggiungere o togliere personaggi o fare leva su determinati aspetti della trama, quando in realtà si dovrebbe sottolineare tutt'altro...

Come dicevo nel commento, io AMO letteralmente John Carter ed il suo mondo, e ne uscirei pesantemente deluso da un film che non riproducesse fedelmente le sue atmosfere, i suoi personaggi, il suo carisma. Certo, quando leggiamo un libro ce lo immaginiamo sempre in maniera unica, lo idealizziamo e lo rendiamo "nostro", così che lo stesso libro, letto da persone diverse, risulti, nel nostro immaginario, differente ma allo stesso tempo simile. Perciò sono ben disposto ad accettare le minime differenze tra il Barsoom che c'è nella mia fantasia e quello che vedrò presto sul grande schermo.
Eppoi, in fin dei conti, mi basterebbe anche solo che Woola sia proprio LUI, e non una versione marziana di Stitch!
Chiudo riproponendo un paio di video del film John Carter.


10 commenti:

D. ha detto...

e quindi ? :-)

Driller ha detto...

E quindi... boh! :D
Aspetto di poter vedere il film ed essere felice di come è stato realizzato :P

D. ha detto...

i film deludono spesso rispetto ai libri

Maroc ha detto...

Concordo. Prendi quella porcata del Signore Degli Anelli, o quelle due della Storia Infinita :P

Driller ha detto...

@D.:
Hai il dono di dire in poche parole quel che a me richiede un post Kilometrico... brava! :D

@Maroc:
Due della storia infinita? io sapevo si erano fermati solo ad un film... >__>"

diobrando74 ha detto...

No, no, posso confermare: La Storia Infinita ha avuto ALMENO due seguiti. Entrambi raccapriccianti, se non vado errato.

Driller ha detto...

Purtroppo lo sapevo benissimo... ma cercavo di ignorarlo... fortunatamente non ho mai visto il terzo!

D. ha detto...

mi chiamano Miss Sintetica :-)

Maroc ha detto...

Io li ho visti tutti e tre e ho vomitato.
Qualche anno fa si vociferava riguardo ad un remake, poi non s'è saputo più niente :(

Che poi nel terzo episodio il capo dei bulli era un giovanissimo Jack Black :D

Grande Michael Ende!

Driller ha detto...

Jack Black non era nel secondo? O_o"
Boh boh... guarda, non ho mai letto il libro (mea culpa), ma ho adorato il film e tutt'ora quando mi capita di beccarlo in tivù se posso me lo guardo... e gli altri due li ignoro bellamente!

Posta un commento