Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Prime impressioni su Diablo III

In questi giorni Mamma Blizzard è intenta ad effettuare un pesante test sui server di Battle.Net, e per fare ciò si è inventata il rilascio temporaneo della open beta di Diablo III.
Immaginate il caos che ne è derivato, quando milioni di utenti hanno iniziato a scaricare il client di gioco per usufruire dell'offerta del weekend... Io son riuscito a procurarmi il gioco, e nei panni del monaco ho giocato il primo atto del gioco, e son pronto a raccontarvelo...

Vi chiederete: che c'entra l'immagine qui sopra? beh, è l'immagine che vi apparese premete il tasto di gioco per visualizzare la lista di contatti e questa lista è vuota... ma a me piace pensare che rappresenta il primo effetto che D3 avrà sulle nostre vite sociali.
Comunque, ecco una lista di considerazioni a freddo sul gioco, da quello che si può apprendere attraverso la beta:
- La beta offre 5 ore di gioco spietato, il che significa che giocarla rapidamente non ha senso. Godetevela, tanto l'offerta scade questo uìcchend;
- Come primo impatto, il gioco pare tale e quale al suo predecessore, ma poco alla volta si notano piccoli e grandi cambiamenti, che migliorano ed agevolano l'esperienza di gioco. Ad esempio, l'oro viene raccolto dal personaggio semplicemente passandoci sopra, e non esistono più gli scroll di Identificazione e del Town Portal;
- Niente scroll, dicevo. E grazie a questa scelta l'esperienza di gioco risulta totalmente incentrata nei combattimenti e nella gestione del personaggio, eliminando la necessità di spendere inutilmente monete d'oro. Ne consegue che per identificare un oggetto adesso basterà premerci sopra col tasto destro, mentre per creare un portale cittadino bidirezionale basterà premere l'icona apposita, od il tasto T. Entrambe le azioni avranno un tempo di esecuzione, stimato intorno ai 3-4 secondi, scanditi da una comoda barretta che apparirà sulla testa del pg;
- Non avremo più punti da assegnare alle statistiche del personaggio, che saliranno automaticamente.
Questa scelta sulle prime mi ha fatto storcere il naso, ma poi ho fatto le stesse considerazioni riguardanti le pergamente, perciò ho scrollato le spalle e sono andato avanti;
- Eliminato l'albero delle abilità, arriviamo ad un sistema che attiva le skill ad ogni avanzamento di livello. La cosa più interessante riguarda le rune che possiamo associare ad ogni abilità, modificandole radicalmente ed aggiungendo effetti speciali;
- Il Monk è una macchina di morte, e non a caso vi capiterà di macinare i nemici. Possiede attacco a medio-corto raggio, che permettono un'ottima gestione dei combattimenti. Risulta un eccellente combattente, non quanto il Barbarian, ma abbastanza da essere un'ottima scelta;
- Il Barbarian, benchè provato appena 5 minuti, risulta più cattivo del Monk: picchia come un fabbro, lancia in aria i nemici con colpi devastanti, e si muove come un carrarmato. E' il picchiatore per eccellenza e perciò possiede potenti attacchi corpo a corpo;
- Il Witch Doctor sembra un caro vecchio nonnetto con il parkinson, ma sono solo apparenze. In realtà se la cava egregiamente sulla media distanza, e grazie ad evocazioni e maledizioni varie, si contende il ruolo di stratega con il Demon Hunter;
- Il Sorcerer pare un Harry Potter dei poveri, ma appena spuntano le abilità secondarie diventa un cazzutissimo mago da combattimento. Ottima classe di supporto, per quel poco che ho potuto vedere;
- Il Demon Hunter dovrebbe essere il tattico del gruppo: attacchi a distanza, frecce a ricerca e trappole per rallentare il nemico sono solo le prime abilità che sviluppa. Come è ovvio soffre parecchio in corpo a corpo, ed ancora non ho capito come utilizzare i punti disciplina, ma gia con il Rapid Fire diventa un mitragliatore;
- Deckard Cain è ancora vivo... non so se lo sarà fino alla fine della storia, ma spero di si;
- Parecchi i riferimenti agli episodi precedenti, tra locazioni gia visitate in precedenza, diari di personaggi storici della serie, e via dicendo. Ancora nessuna traccia del Butcher;
- Leah, la nipote di Deckard Cain, è in realtà la figlia di Adria the Witch. Attendo con impazienza di sapere cosa questo comporti, ma per ora risulta soltanto una interessante trovata;
- Barili esplosivi non pervenuti. Compaiono invece scheletri dentro i barili;
- I combattimenti son tantissimi, ma mai troppi. In compenso, capita ancora di trovare equip solo per le altre classi;
- Lo Stash, le monete d'oro e gli Artisan sono condivisi tra tutti i nostri pg. Questo permette di passare item da una classe all'altra, ma limita le spese, perciò occhio agli acquisti. Piuttosto piccolo lo spazio nel magazzino, che però risulta espandibile tramite monete d'oro;
- Gli oggetti magici che non ci sono utili e non vogliamo vendere nella casa d'aste potranno essere smantellati per ottenere materiali con cui creare equip dal Blacksmith;

Queste le prime sensazioni dopo una decina di ore di gioco. Ovviamente il giudizio è assolutamente entusiasta, e per quanto creda che nella versione definitiva del gioco ci sarà qualche differenza rispetto alla Beta, sono comunque fiducioso che il mio parere rimarrà invariato.
Unica nota negativa: la Beta non permette di giocare in locale, il che significa che durante tutto il gioco si deve avere una connessione internet attiva, manco si trattasse di un MMORPG. Un motivo di questa scelta potrebbe essere la voglia di testare, come dicevamo prima, la capienza dei server. Se è questa la motivazione dietro tale sistema, non credo sarà necessario fare altrettanto con la versione finale di D3; ma se questa dovesse essere la scelta definitiva, costituirebbe più che una spina nel fianco: è vero che ormai chiunque abbia un computer a casa ha pure l'accesso ad internet, ma obbligare a giocare online un titolo che è gustabile anche in single player mi sa di ingiustizia profonda.
Tutt'altra storia sarebbe una prima autenticazione online, con libertà di giocare in locale senza linea internet... Comunque, staremo a vedere...
Di seguito, un pò di screenshot scattati per catturare elementi interessanti del gameplay.

Un primo, timido screenshot.

 
Un'occhiata al nuovo sistema delle abilità.

 
King Leoric chiacchiera amabilmente con Deckard Cain...

 
Estrarre quest'arma ci farà assistere alla prima morte di Leoric.

 
L'attivazione del Town Portal.

 
Lo spirito di un cancelliere ci si scaglia contro.

 
Leoric tenta di intimidirmi... invano!

 
Nostalgia canaglia... 

 
Leah è la figlia di Adria... chi è il padre, e soprattutto ci serve saperlo?

 
Scosse elettriche e botte da orbi... Mitico Monk!

 
Uno scorcio di diario, con approfondimenti della trama...

 
Passaggio di livello e nuova abilità attivata!

 
Nostalgia nella vecchia Tristram: ricordate quella forca in D2?

 
Dopo aver kick-assato Leoric, raccogliamo la giusta ricompensa...

 
Cosa uscirà fuori da questa parete? Niente di buono, suppongo...

 
La bellezza dei passaggi tra un dungeon e l'altro.

 
Prove tecniche di round-house kick infuocato!

 
Uno dei tanto discussi Artisan: il Blacksmith.

 
Il Monk e King Leoric si apprestano a fare quattro chiacchiere...

 
I passaggi funzionano tramite click, e non passandoci attraverso... mah

 
Scorcio di New Tristram: Town Portal, Waypoint ed una vecchia conoscenza.

Nell'inventario è ora possibile vedere le statistiche del pg. Comodo.

8 commenti:

kurdt ha detto...

Non mi piacciono i colori, a me diablo dovete darlo più dark possibile, così sembra wow.

Driller ha detto...

Ma daiiiii :D
Incontentabile... eppoi non mi sembra che sia poco dark... a momenti non riesco neanche a vedere dove sto andando XD

kurdt ha detto...

Boh, forse sarò io ad essere incontentabile, ma come ben sai, il passato è sempre meglio, non ci sono più le mezze stagioni, eccetera eccetera.

Driller ha detto...

Ok, comunque se c'è una cosa che non manca in Diablo 3 è proprio l'atmosfera dark :P

Castruccio ha detto...

"Ovviamente il giudizio è assolutamente entusiasta"...allora aveva ragione Maroc, sei già prevenuto nel considerarlo un capolavoro...

Driller ha detto...

Si, per vari fattori. La fama ed i successi della Blizzard, le notizie sul gioco trapelate col tempo e la speranza di ritrovarmi dopo l'acquisto con IL gioco definitivo. Si, mi piaceva credere che si trattasse di un capolavoro anunciato, ed il metterci mano non ha fatto che rafforzare questa sensazione, ora che so più o meno come sarà il gioco completo.

nigermessor ha detto...

Io lo sto giocando, ma credo lo abbandonerò presto e trovo che questa recensione contenga molte informazioni a dir poco fuorvianti. O per meglio dire uscite direttamente da un comunicato della Blizzard.

Driller ha detto...

Beh, l'ho gia detto più volte che sono un fanboy, perciò palesemente di parte... e sai anche tu che con certe persone è inutile ragionarci :D
Comunque, come ti ho detto sul post della recensione, ora che ci ho giocato di più qualcosina di migliorabile l'ho notato, ed abbasserei il voto totale, se pure solo di mezzo punto. Il fatto è che il gioco a me va bene così com'è. Certo, alcune cose si possono migliorare, come ho gia detto, però in fondo il gioco è divertente anche così.
Nutrivo grandi aspettative su Diablo 3, e finora non sono stato deluso particolarmente, se non per l'online forzato.
Poi, ribadisco ulteriormente, questa è la mia opinione, gli altri liberi di pensarla come vogliono. Semplicemente, se il gioco non ti piace, cercatene un altro che ti piaccia.
D'altronde molti aspetti del gioco si conoscevano gia da qualche anno, perciò saresti dovuto essere preparato per il prodotto finale.

Posta un commento