Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Seghe Mentali e non...

Secondo "Il libro che la tua chiesa non ti farebbe mai leggere", la Bibbia autorizza e difende comportamenti amorali come i sacrifici umani, il cannibalismo, la schiavitù, l'adulterio, la prostituzione, le oscenità, l'ignoranza, l'ingiustizia verso le donne, la crudeltà sugli animali, la bugia, l'inganno, l'imbroglio, il furto, le guerre di conquista e l'assassinio. Tutte cose che, se fossi credente, contribuirebbero a fare di me un vero cristiano. Ebbene si, è di moda dipingersi più cattivi di quel che si è, ma chi mi conosce sa che in realtà scherzo... non sarei comunque un buon cristiano. Eppoi non farei mai cose come maltrattare donne e animali, o promuovere una guerra di conquista. L'assassinio invece è un altro discorso, soprattutto quello commissionato e che include corse acrobatiche sui tetti e l'uso di lame nascoste.
Ma fortunatamente non faccio parte di questa chiesa, nè di altre, e non me ne fotte una cippa dell'effettiva esistenza di Dio. Ed in effetti tutta questa premessa non c'entra un cazzo con quello di cui voglio parlare oggi.
L'argomento che tratterò infatti è di gran lunga più interessante: la masturbazione.


Chi mi legge (se devo dare retta alla voce Follower che appare sul blogghe, si tratta di 15 persone con evidenti problemi) si trova decisamente nell'età in cui sa cosa è la masturbazione e cosa significa "farsi le seghe". Certo, alcuni usano l'espressione "fare sega" per riferirsi ai giorni in cui saltano la scuola non autorizzati (da noi si dice "vela", poi non so altrove), ma questo è un'altro discorso, magari lo tratteremo prima o poi... ma anche no.
Tornando a noi, la masturbazione è una cosa istintiva: nessuno te lo insegna, lo fanno anche gli animali, e l'uomo non è da meno. I maschietti di solito scoprono piuttosto precocemente che toccandolo, il loro "affare" cresce di dimensione e si irrigidisce. Poi, più avanti, continuando ad esplorare e testare il proprio corpo, si arriva alla prima sega senza coscienza di cosa stiamo facendo, con la sola consapevolezza che ci piace. Il primo coito poi apre tutto un nuovo mondo di scoperte e domande. Il più delle volte sono gli amichetti più grandi, nei panni di uomini vissuti, a rispondere ai nostri dubbi. Oppure capita, a volte per sbaglio, di chiedere informazioni a casa, e li apriti cielo! si viene investiti da un fiume di raccomandazioni, che si chiudono tutte con il classico "che fa male" ("non tagliarti le unghie troppo corte, che fa male"... ah no, questo non c'entra!). Altre volte, seppur molto raramente, i genitori ti anticipano, e vengono a farti "il discorsetto".

 Un chiaro esempio della campagna di diffamazione sulla masturbazione

Ricordo ancora il giorno in cui mio padre venne in camera da me e mio fratello, chiuse la porta, e ci spiegò a modo suo come funzionava. Il suo discorsetto fù più o meno questo:
"Ragazzi, devo parlarvi seriamente. State crescendo, e sicuramente cominciate ad avere qualche interesse per le ragazze. Potrà capitarvi che pensandoci vi venga duro, ed in quel caso è sempre meglio una doccia fredda. Insomma, non masturbatevi".
Su di me, che avrò avuto si e no 14 anni, questo discorso fece l'effetto contrario... almeno dopo che scoprii cosa significava "masturbazione". Poi partirono gli esperimenti, fino all'ovvio finale. Il primo coito fù allo stesso tempo piacevole, per ovvi motivi, e terribile. Mi sentii come se avessi rubato soldi ai miei genitori, pensavo di aver tradito la fiducia di mio padre e che se lo avesse scoperto mi avrebbe sbattuto fuori di casa. Poi col tempo il senso di colpa sparì, lasciando solo un pò di tristezza ad ogni conclusione.
Dopo anni di pratica poi trovi sempre quei due o tre amici che ne parlano come se niente fosse, e mentre scrivo, la mia mente corre ad uno dei tanti discorsi fatti con due amici d'infanzia, J. e B.:
J - L'altro giorno mi son sparato questa sega in bagno che non puoi capire!
B - Stavi sul cesso?
J- Si, mentre cagavo mi è diventato duro ed ho dovuto fare qualcosa (sorrisino beota).
B - Io invece me ne sono fatta una nella vasca, con l'acqua calda!!!
J- Ho sentito che se ci metti attorno una bistecca al sangue ti sembra di scopare davvero!
B - Io ho sentito che se metti una carta del Calippo tra due cuscini del divano, puoi scopartela come se fosse una figa!

Immagine nerd attinente al post

Chissà quanti discorsi simili ho sentito negli anni, ed a quanti ho partecipato. Ricordo però che quando siamo cresciuti ci divertivamo a raccontare stronzate ai più giovani. Ad un ragazzetto dicemmo che mettendolo dentro una tazza piena di coca cola sarebbe diventato più grosso. Dopo qualche tempo non lo vidi più (sulla coca ci son così tante leggende metropolitane che potrei scriverci un altro post... come sicuramente farò, se nessuno mi ruba prima l'idea). Anche un'altro ragazzino che conoscevamo sparì improvvisamente... a lui avevamo raccontato che se lo buttava dentro una tazza di the caldo, in pochi secondi sarebbe venuto. Venuto.
All'epoca non conoscevo ancora i termini tecnici per le cose di sesso, quindi per noi si trattava di scopare, seghe, figa, cazzo...c'erano solo parole volgari ed altisonanti, magari lette in giornaletti porno. Le pronunciavamo con orgoglio iniziale e un pò di vergogna alla fine, e ne uscivano fuori discorsi sommessi, come se a metà ci rendessimo conto di stare dicendo una bestemmia, riducendole ad un filo di voce (SBurro).
Poi ti dicono che "venire" si usa anche per indicare l'eiaculazione, e scopri la malizia, i doppi sensi. E ogni volta che la professoressa bona ti chiama all'interrogazione dicendo "vieni alla lavagna" non puoi fare a meno di trattenere quel sorrisino beota di chi conosce un segreto che gli altri non sanno. Senza parlare del fatto che non potrai mai più dire a voce alta che una macchina è "figa" senza sentirti un pò in imbarazzo. Idem con patate (hihihi) per il famoso marchio di videogames, SEGA (questa è proprio palese!).

Classico gioco di parole

Ma fortunatamente son cresciuto, e con me la mia malizia. Ora mi basta poco per cogliere riferimenti sessuali che altri non si sognano neppure: giusto l'altro giorno, ad I Soliti Ignoti, tra le professioni possibili c'era "Fa i comò", che ovviamente io ho inteso come "Succhia cazzi sotto i ponti". Stesso discorso per "suona 4 strumenti musicali", la mia fantasia sessuale si è sbizzarrita alla grande. Anche il vocabolario sessuale cresce con noi, e veniamo a conoscenza di termini anche stranieri, come squirt, fisting, bukkake e via dicendo... anche se non tutti sanno cos'è una Fellatio, od un Cunnilingus (l'ho dovuto spiegare ad una amica con cui, fortunatamente, ho parecchia confidenza, quindi potevo evitare giri di parole).
Come dicevo prima, la pratica della masturbazione col tempo si evolve, facendo diventare obsoleto il gioco del 5 vs 1. Succede per tutti, ad un certo punto vogliono di più. Ed ecco che si prova a simulare una vagina in cui inserire il nostro attrezzo, con l'uso della bistecca, della carta del calippo, o anche semplicemente unendo le due mani e così via. Addirittura si racconta che se ti siedi sulla tua mano quanto basta per intorpidirla, quando ti tocchi sembra che lo faccia un'altra persona per te (tutti metodi che non ho mai usato, giuro!).

In dotazione a tutte le forze dell'ordine

Questo processo va avanti ad oltranza, fin quando l'individuo perde ogni desiderio sessuale... a volte succede con l'età, altre volte con l'impotenza... spesso con tutti e due. Fattostà che, a quanto ho potuto vedere, c'è un vero e proprio business attorno alla masturbazione!
I prodotti per assicurarti una sega migliore partono dalla vaselina, passano per le pomate idratanti, e finiscono ad ogni surrogato di vagina esistente: esistono in commercio dei giocattolini chiamati FleshLight che non sono altro che vagine in lattice inserite in un tubo che ricorda molto una torcia (da qui il nome). Questo oggetto si vanta di essere "The #1 selling male sex toy in the world", e devo ammettere che mi ispira curiosità.
Curiosità che sparisce a sentire dell'abominevole prezzo di 70 dollari. Per quella cifra me ne procuro una vera, anche se non riutilizzabile. Oppure una bambola gonfiabile, ne ho viste di veramente realistiche che però costano dai 5mila euro in su. 
 Versione Jenna Haze del famoso FleshLight

Fortunatamente il mondo è pieno di input meno costosi per frullarci il barbagallo (cit. Ortolani). Quando avevo 15 anni c'era il PostalMarket con le sue foto di modelle più o meno succinte ad ispirare i miei "momenti magici". Poi, dopo una breve sosta tra giornaletti porno e videocassette hard, il traguardo di internet. Grazie alla rete globale si può trovare materiale per tutti i gusti, sia fotografico che video. Cercando ulteriore materiale per questo post, tra l'altro, ho scoperto che oltre ai giocattoli sessuali esistono anche manifestazioni, concorsi e record sulla masturbazione. Esatto, record. E' di un giapponese il record della sega più lunga (quasi 10 ore di fila), con il quale ha sbaragliato gli avversari durante il concorso conosciuto come Masturbate a Thon. A quanto pare dalle dichiarazioni del pipparolo da guinnes, anche lui fa uso del FleshLight per "superare momenti di grande stress". Ma per saperne di più vi rimando all'articolo apposito.
Un pensiero comune, riguardo alla pratica della masturbazione, è che dopo la prima scopata non se ne sente più il bisogno. Niente di più falso. Anzi, forse il desiderio sale così tanto che le pippe aumentano dopo i primi rapporti sessuali. Forse solo le persone che hanno una vita sessuale soddisfacente non sentono più il bisogno di masturbarsi, ma non ci metterei la mano sul fuoco.

L'inquietudine fatta immagine

Fattostà che, al contrario di quel che ci viene insegnato da piccoli (non toccarti o diventi cieco! e altre leggende metropolitane), la masturbazione è un toccasana, oltre che per il cervello anche per gli organi riproduttivi e la salute in generale; certo, non vi farà un six-pack perfetto, ma aumenterete sicuramente la vostra resistenza sessuale, e potreste anche guarire dall'incubo di tutti i maschi sessualmente attivi: l'eiaculazione precoce.
Ma non parlo solo per gli uomini, anche per le donne possono ottenere dei vantaggi dalla "digitalizzazione" dei loro desideri;  Oltretutto, so di un tizio (che non è equivalente a dire "un mio amico" per parlare di me, no! parlo di un altro) aveva dei dolori ai testicoli. Il dottore gli ha chiesto se per caso frequentava una ragazza con cui non aveva ancora fatto sesso. Il paziente ha risposto affermativamente, ed il medico gli ha prescritto di masturbarsi, per letteralmente "svuotarsi le palle".
Insomma, masturbarsi è come masterizzare un cd: ti dicono che è un male, che rischi l'inferno, ma in realtà lo fanno tutti e nessuno va a raccontarlo in giro. E per fare il figo (hihihi) cito pure una delle fonti usate, oltre l'esperienza diretta.
Chiudo con una scarrellata di tette & Co. per darvi l'ispirazione giusta, e con un appello: donne, diteci cosa ne pensate!

30 commenti:

D. ha detto...

e chi se lo ricorda ? Faccio mente locale e poi tu scrivi : i vecchi e la masturbazione, poi mi esprimo se ho recuperato dal mio Alzi (Alzheimer)

kurdt ha detto...

La risposta è :

Masturbazione!

Masturbarmi mi piaceva di più in passato, ora non mi amo più come una volta.

Ehi, ho letto e recensito il racconto, guarda la posta.

Anonimo ha detto...

Avevo scritto un commento veramente completo, complesso e interessante. Vedo metàdel captcha. Lo inserisco, sbagliato, mi cancella il commento.
Stupido blogspot.
Torna su splinder.

Io=dio.

Driller ha detto...

@D.:
Se hai smesso da parecchio significa che la cosa non ti interessava granchè :P

@Kurdt:
Ho letto la mail e risposto ;)
A volte anche io non mi amo, però il tempo per una scopata c'è sempre.

@Sharp:
Scusa ma ero convinto di aver tolto i captcha ed invece scopro che non lo avevo fatto. Sorry :P
Ho rimediato cmq ;)
Ti prego, torna presto :D

Anonimo ha detto...

Anche subito, ma devo asciugarmi le lacrime per il bel commento perso.

Driller ha detto...

Dai Sharp, non puoi riscriverlo? :D

benzinagricola ha detto...

Lo stesso Rocco S. ha ammesso di essere diventato quello è "allenandosi molto da solo". Che te lo dico a fà.

benzinagricola ha detto...

quello *che è. sì, son dislessico.

Mesic ha detto...

Mi masturbo pensando ad emix quando gli sono lontana, quando ci vediamo non ne ho bisogno, ah quanto lo voglio!

Anonimo ha detto...

Era tutto riguardante il fatto che magari un pò meno, ma di sicuro non si smette di farsi le seghe anche se hai rapporti sessuali fissi. Tutto qua. Però era scritto molto meglio.

Driller ha detto...

@Benza:
Si, sei dislessico... cmq il metodo Rocco funziona ;)

@Mesic:
Non ne avevo dubbi. Sul fatto che ti masturbi, dico ;)

@Sharp:
Mea culpa... cmq spero che questo non prevenga ulteriori tuoi interventi :P

Anonimo ha detto...

Tranquillo anni di splinder. Post chilometrici distrutti dalla manutenzione. Ho la pazienzadel buon buddha.

Santy ha detto...

scusa, io non sono riuscita ad andare oltre la prima parte del post. Cioè, ho letto tutto, ma... al tuo amico è diventato duro mentre faceva la cacca!? IDOLO.

Santy ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=Yc1eIE0S74E&playnext=1&list=PL7DA2324BFD6BCC5A&index=17

hey! non denigrare la masturbazione! è sesso con qualcuno che amo!

di' così a tuo padre.

Driller ha detto...

@Sharp:
ci conto ;)

@Santy:
Beh, eravamo teen-agers, all'epoca ci veniva duro ogni 5 minuti. Ora un pò meno XD
Comunque credo che mio padre abbia recitato il "discorsetto" per il semplice fatto che è mio padre. Tutti i genitori si sentono in dovere di proteggere i loro figlio da tutto quello che rientra nella categoria "male". Per il resto dubito gli interessi se me lo meno oppure no, ma credo che sarebbe più contento se me lo menasse una ragazza :D

Santy ha detto...

non lo so. Masturbarsi è così bello, naturale... perché un padre dovrebbe dirti di non farlo? Cioè, l'avrà fatto anche lui, possibile che non gli piaccia? Potrebbe essere che non sia tanto capace.
Io davvero non capisco perché 'sti cristianucci siano tanti contrari. Una volta parlando con un prete, gli ho chiesto se non sentisse il bisogno fisiologico di liberarsi, essendo un maschietto, che ha deciso di essere asessuato, ma cmq rimane un un maschietto. Mi ha risposto che lo fa, che si svuota, ma nel vero senso del termine, senza provare nessun piacere. Boh. Mah. Gliene avrei fatte altre di domande, ma non me la so' sentita.
L'unica cosa su cui ci precedete voi 'omini è la scoperta del piacere sessuale. Noi, almeno per la mia esperienza, ma anche confermatami da molte, iniziamo a sentire il vero e proprio bisogno di farlo, un bisogno quasi fisiologico, soprattutto tra i 24 e i 30. Non lo so di che sto parlando, mi sono persa. E poi tu chi sei!? ;)

Driller ha detto...

Beh, di preciso non so come vada, cosa scatti in testa ad un genitore quando decide di affrontare questi argomenti con i figli.
Forse è una cosa che nasce naturale, tra "non metterti le dita nel naso" e "ricordati di lavarti i denti prima di andare a letto" può darsi che spunti ovvio dire "non stare fisso con le mani nelle mutande"...
Il discorso è che con i miei ho sempre avuto un rapporto aperto, parlavo di tutto, quindi può essere che si siano sentiti in bisogno di parlarmi di certe cose per questo motivo... o forse è stata solo mia madre a spingerlo a fare il "discorsetto"...
Poi che i miei lo facciano oppure no, o addirittura che lo facciano bene... beh, è una domanda che non mi pongo, tanto è ovvia la risposta :P

La storia del prete è interessante, non avrei mai immaginato che uno di loro ammettesse con così tanta sincerità di masturbarsi; anche se non ci trova piacere, per la sua religione dovrebbe rimanere un atto deplorevole...

Per il resto credo sia questione di istinto, o forse di appagamento. Magari le ragazze sentono il bisogno di toccarsi solo dopo una certa età, perchè arrivano i momenti di indipendenza, e solitudine... boooooh XD
Dovreste dirmelo voi :P

Castruccio ha detto...

Ho una sola cosa da dire:15.
Ciao.

Santy ha detto...

ogni riferimento a fatti o persone è puramente casuale. :D

Driller ha detto...

Vabbè, non mi pronuncio sull'intervento di Castruccio, non ho voglia di rivangare vecchie rivalità :D
Santy, cmq sarei curioso di conoscere i termini di quella famosa scommessa, o almeno se era solo una (splendida ed impareggiabile) scusa XD

aurelianobuendia ha detto...

eswige fenech. come non citarla. ha contribuito più di chiunque altra alla mia crescita sessuale.

grazie rete 4.

(mi ha fatto strano leggere quel " solo un po' di tristezza alla fine" Che insomma è vero porca miseria era così)

Driller ha detto...

Beh, era doveroso parlare di quella tristezza, anche solo citarla appena: per quanto il mio post possa sembrare un inno alla masturbazione, in fondo lo sappiamo tutti che è sempre preferibile il sesso con la persona amata, piuttosto che un gesto che ti lascia un vuoto dentro che è difficile colmare, alla lunga diventa abitudinario, e tende sempre più ad identificarsi con la solitudine.
Masini, nella sua canzone Meglio Solo, esprime un concetto simile, dicendo "come si prende un'abitudine, e si trasforma in solitudine". Chissà, forse si riferiva proprio a questo...

Driller ha detto...

Dimenticavo: La Fenech non mi ha dato chissà quale contributo, nè il resto della tivù. I cartoni animati invece mi hanno dato tanto... Lamù e Miss Doronjo (Yatterman) sono stati i miei primi sogni erotici, seguiti da Bulma, Nadia (Il mistero della Pietra Azzurra) e Beauty (Daitarn 3). Lo so, sono strano :D

Santy ha detto...

E' TUTTO VERO! 2 novembre 2010, 2 luglio 2011. Valgono i limoni, però, eh!

Driller ha detto...

Azz... quale abbietto destino ti ha condannato a questo sacrificio? O_o"
Cioè, se lo facessi io, vista la media delle mie trombate l'anno, non ci soffrirei granchè... poi non so te come sei messa XD

Maroc ha detto...

Ma porco cane stai scadendo sempre di più.
E dopo tutto questo popo' di masturbazione e feticismi vari posso andare a sfilettarmi l'uretra.

Con un palo della luce.

Maroc

Driller ha detto...

Alla faccia XD

Maroc ha detto...

No no, all'uretra.

Maroc

Driller ha detto...

Ma vaff XD

Maroc ha detto...

Ahahahahahahahahah!!!

Maroc

Posta un commento